Forex dollaro, crescono gli occupati in USA

eur-usdContinuano ad essere piuttosto buone le notizie macro economiche che arrivano dagli Stati Uniti, dove l’atteso employment report ricorda come a novembre sia ancora una volta positivo il saldo degli occupati, anche se alcune voci (la partecipazione e i salari) possono apparire non del tutto soddisfacenti.

In maniera più dettagliata, è emerso che gli occupati non agricoli aumentano a un ritmo sempre solido, +178 mila unità, da 142 mila unità di ottobre. La revisione netta dei due mesi precedenti è di -2 mila unità (ottobre rivisto verso il basso, settembre verso l’alto), con la media a 3 mesi a 176 mila unità, sempre ampiamente al di sopra della creazione di lavoro “normale”, stimata dalla San Francisco Fed a 60 mila nuovi posti al mese. Disaggregando fra settori, il manifatturiero segna un calo modesto (-4 mila unità), le costruzioni un aumento di 19 mila unità (media a 3 mesi: 20 mila unità); la dinamica nei servizi privati resta solida, con una variazione di 139 mila unità (media a 3 mesi: 150 mila unità). Il settore pubblico crea 22 mila posti, concentrati a livello statale e locale. La crescita degli occupati rilevata con l’indagine presso le famiglie è di +160 mila unità (media a 3 mesi: 157 mila unità), in linea con l’indagine presso le imprese.

Insomma, un altro buon tassello nel quadro macroeconomico statunitense, che andrà a maggior ragione a influenzare positivamente le azioni della Federal Reserve, che nel FOMC in programma nel brevissimo termine dovrebbe deliberare l’auspicato incremento dei tassi di interesse di riferimento, per la prima (e ultima) volta nel corso del 2016: l’ultima decisione in tal senso risaliva infatti esattamente a un anno fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi