Cos’è il machiavellismo in psicologia

In senso stretto, il machiavellismo è la filosofia politica di Niccolò Machiavelli, che visse dal 1469 al 1527 in Italia. Nella società contemporanea, il machiavellismo è un termine usato per descrivere la comprensione popolare di persone che sono percepite come portatrici di ambizioni politiche o professionali molto elevate. In psicologia, tuttavia, la scala del machiavellismo è usata per misurare il grado in cui le persone con personalità deviata mostrano un comportamento manipolativo.

Machiavelli scrisse Il Principe, un trattato politico in cui affermava che la sincerità, l’onestà e altre virtù erano certamente qualità ammirevoli, ma che in politica, la capacità di impegnarsi nell’inganno, nel tradimento e in altre forme di comportamento criminale erano accettabili se non c’erano altri mezzi per raggiungere obiettivi politici per proteggere i propri interessi.

Gli equivoci popolari riducono tutta questa filosofia all’idea che “il fine giustifica i mezzi”. Per essere giusti, Machiavelli stesso insisteva sul fatto che la parte più importante di questa equazione era assicurare che il fine stesso dovesse prima essere giustificato. Inoltre, è meglio raggiungere la manipolazione e la psicologia oscura con mezzi privi di tradimento, quando possibile, perché c’è meno rischio per gli interessi dell’attore.

Quindi, la ricerca dei mezzi più efficaci per raggiungere un fine politico può non portare necessariamente a quelli più infidi. Inoltre, non tutti i fini politici che sono stati giustificati come degni di essere perseguiti devono essere perseguiti. In molti casi, la semplice minaccia che una certa linea d’azione possa essere perseguita può essere sufficiente per raggiungere quel fine. In alcuni casi, il tradimento può essere lieve come fare una minaccia credibile di intraprendere un’azione che in realtà non è nemmeno prevista.

Nella società contemporanea, molte persone trascurano il fatto che il machiavellismo fa parte della “Triade Oscura” della psicologia oscura e approvano tacitamente il comportamento deviato dei leader politici e commerciali che sono in grado di accumulare grande potere o ricchezza. Tuttavia, come disturbo psicologico, il machiavellismo è completamente diverso da un percorso scelto per il potere politico.

La persona che mostra i tratti della personalità machiavellica non considera se le sue azioni sono il mezzo più efficace per raggiungere i suoi obiettivi, se ci sono alternative che non implicano inganno o tradimento, o anche se il risultato finale delle sue azioni vale la pena di essere raggiunto. La personalità machiavellica non è la prova di una mente strategica o calcolatrice che cerca di raggiungere un obiettivo utile in un ambiente conflittuale. Invece, è sempre attiva, sia che la situazione richieda un approccio freddo, calcolatore e manipulativo o meno.

Per esempio, tutti noi ci siamo dati malati al lavoro quando in realtà volevamo solo un giorno di riposo. Ma per la maggior parte di noi, tale condotta non è come ci comportiamo normalmente, e dopo tali atti di disonestà, molti di noi si sentono in colpa. Coloro che mostrano un alto grado di machiavellismo non si limitano a mentire quando vogliono un giorno libero; vedono la menzogna e la disonestà come l’unico modo di comportarsi in tutte le situazioni, indipendentemente dal fatto che ciò comporti qualche beneficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi