I Ministri litigano sui licenziamenti nella pubblica amministrazione

| 4 giugno 2012 | 1 Commento

di Francesco Volpe

Continua il battibecco tra il Ministro Patroni Griffi ed il Ministro del Welfare Elsa Fornero sul tema dei licenziamenti nella pubblica amministrazione, anche se una nota congiunta chiude in serata la polemica tra i due ministri. Il titolare della funzione pubblica che nella bozza di delega non si parla di licenziamento dei lavoratori per motivi disciplinari, ma dichiara che rimetterà la questione al Parlamento. Tiene duro la titolare del welfare, secondo cui occorre una parità di trattamento  con i lavoratori privati, pur nella specificità del settore. Nella nota congiunta emessa in serata, si ribadisce che obiettivo della delega è migliorare la pubblica amministrazione, renderla efficiente e trasparente, ed aumentare la produttività dei dipendenti. In tale ottica i licenziamenti possono costituire un deterrente, ma indubbiamente non l’unico.

Print Friendly

Tags: , , ,

Category: Politica

Commenti (1)

Trackback URL | RSS Feed ai commenti

  1. piero capasso scrive:

    sulla questione dei licenziamenti nelle pubbliche amministrazioni, sono daccordo affinche’ oltre ai lavoratori,che alla fine ne pagano sempre le conseguenze,verranno penalizzati anche i dirigenti ,categoria la quale e’ sempre protetta da una forte parte di quella politica oramai obsoleta e che deve far spazio ad una classe piu’ giovane ed attiva…!!! in piu’ bisognerebbe anche e cosa non da poco equiparare anche gli stipendi a quelli privati, che sono spesso sostenzialmente piu’ elevati

Aggiungi un commento

banner ad