Al circuito di Ottobiano riprende il Campionato Europeo Supermoto

| 24 aprile 2017

a cura di Claudio Orlandani

Il letargo invernale della Supermoto che conta è finito a Ottobiano, nel pavese, dove questo weekend ha preso il via l’European Supermoto Championship 2017, quest’anno per la prima volta separato dalle sfide mondiali. Si è fatto trovare pronto al primo appuntamento continentale il francese cinque volte iridato Thomas Chareyre che si aggiudica il primo round continentale del FIM Europe Supermoto Championship 2017, Due manche dominate interamente sono state il considerevole bottino conquistato da uno dei piloti in attività più forti al mondo. L’ufficiale della TM ha regalato ai numerosi presenti, rimasti appassionati da questa disciplina motociclistica che da anni calca il palcoscenico pavese, una bellissima lezione di abilità nello sliding. Alle sue spalle il tedesco ex campione europeo Marc Reiner Schmidt (BRT) in sella alla nuova SWM con la quale ha sommato un quarto e un secondo posto nelle due frazioni, mentre sul terzo gradino del podio è salito il marchigiano ex campione tricolore Diego Monticelli (TM Racing Factory). Buon quarto anche il piacentino Edgardo Borella (SWM – BRT) davanti al ceco Sitniansky (Honda – Tuning Motorsport). Nei top ten anche Giovanni Bussei (TM – SBD), Lorenzo Promutico (Honda – Gazza Racing Team), Riccardo Lodigiani (Honda – FRT), Gimenez (Suzuki Grau Racing) e lo sfortunato Pavel Kejmar (TM Degasoline) che può contare solo il bellissimo secondo posto di avvio. Finisce nel migliore dei modi per il romagnolo del Team L30 Racing, Kevin Vandi, la prima prova dell’Europeo Supermoto S4, la classe introdotta quest’anno e che non prevede il passaggio nel tratto off road. Kevin nel circuito pavese ha imposto il suo ritmo aggiudicandosi entrambe le manche finali dopo aver mantenuto la testa del gruppo dal primo all’ultimo giro. A contendergli la vittoria il pontino Kevin Caloroso (TM Birba Racing), finendo le due finali prima quarto e poi secondo, chiudendo la giornata al secondo posto davanti al 22enne David Clementi (SWM – BRT), finito due volte terzo nelle finali. Nei top five della giornata anche il frusinate Adriano Sisti (TM – Birba Racing) e lo spagnolo Jorge Climent (Husqvarna – JC54) giunti

nell’ordine. Sui 1.640 metri del tracciato di Ottobiano (di cui 460 di Sky Section), l’iridato francese Thomas Chareyre (TM Racing Factory) non è partito affatto in maniera prudente, staccando tutti già dalla prima curva quando ha preso in mano le redini della corsa per involarsi verso la prima vittoria di giornata. Il ceco Pavel Kejmar (TM – Degasoline) è scattato subito alle spalle del transalpino rimanendovi costantemente fino alla fine della corsa, anticipando a sua volta il marchigiano Diego Monticelli (TM Racing Factory) che nel corso dei 15 giri ha cercato sicuramente di difendere la sua già buona posizione piuttosto che rischiare l’impossibile. La gara-2, decisiva ai fini della vittoria della prova italiana, ha visto scattare nuovamente subito in testa il francese ufficiale TM, Thomas Chareyre (TM Racing Factory). Al primo passaggio seguivano il tedesco Marc Reiner Schmidt (SWM – BRT), quindi il transalpino Pavel Kejmar (TM – Degasoline), il pontino Lorenzo Promutico (Honda – Gazza Racing Team), il piacentino Edgardo Borella (SWM – BRT). Se al vertice il battistrada ha gestito senza alcun problema la sua posizione, dietro i due inseguitori si sono palesati intenzionati a conquistare la migliore posizione rimanente sul podio. Il confronto si è fatto sempre più ravvicinato e appassionante producendo una caduta nel tratto off road, a seguito di un contatto tra i due, che ha visto avere la peggio al ceco il quale è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari per la distorsione del legamento crociato destro. Dopo 14 giri al comando, Chareyre è andato a vincere la sua seconda manche e conseguentemente anche la gara di oggi, proiettandosi così in testa alla classifica provvisoria di campionato europeo della classe S2, Alle sua spalle chiudono Schmidt, Monticelli, Borella, Sitniansky, Promutico, Lodigiani, Bussei, Gimenez e Tschupp nell’ordine dei migliori dieci. L’incertezza dei pronostici della vigilia ha presto gettato il velo con il giovane Kevin Vandi (Honda – L30 Racing) che, dopo essere scattato con l’holeshot, è rimasto sempre al comando, insomma la classica gara perfetta che dopo 15 giri in testa lo ha visto tagliare per primo il traguardo, davanti ad Adriano Sisti (TM Birba Racing), passato quinto al primo giro e già dietro al battistrada prima di metà gara. Terza piazza per David Clementi (SWM – BRT) che dalla terza posizione del via è passato poi secondo e di nuovo terzo. Quarto Kevin Caloroso (TM – Birba Racing) e quinto lo spagnolo Pablo Lopez (Suzuki Grau Racing). Un inseguimento durato ben 15 giri in questa seconda e decisiva manche della classe S4 che ha visto la supremazia del riminese Kevin Vandi (Honda – L30 Racing), scattato subito al comando della corsa inanellando una serie di passaggi al comando che neppure il bravo inseguitore Kevin Caloroso (TM – Birba Racing) è riuscito a contrastare pur restandogli alla ruota per quasi l’intera frazione. Terza piazza per David Clementi (SWM – BRT), anch’egli rimasto nella stessa posizione di partenza per tutto il tempo. Quarto il britannico Antony Ford Dunn (Ktm – Supermotoland) davanti a Jorge Clement (Husqvarna – JC54).

LE CLASSIFICHE DI OTTOBIANO

S2 Race 1 Top Ten: CHAREYRE Thomas (FRA, TM) 14 laps in 20:53.995; 2. KEJMAR Pavel (CZE, TM) +07.726; 3. MONTICELLI Diego (ITA, TM) +16.352; 4. SCHMIDT Marc Reiner (GER, SWM) +19.200; 5. SITNIANSKY Milan (CZE, Honda) +33.395; 6. BUSSEI Giovanni (ITA, TM) +38.391; 7. BORELLA Edgardo (ITA, SWM) +38.859; 8. LODIGIANI Riccardo (ITA, Honda) +44.088; 9. PROMUTICO Lorenzo (ITA, Honda) +55.688; 10. GIMENEZ David (ESP, Suzuki) +58.910

S2 Race 2 Top Ten: 1. CHAREYRE Thomas (FRA, TM) 14 laps in 20:56.161; 2. SCHMIDT Marc Reiner (GER, SWM) +17.582; 3. MONTICELLI Diego (ITA, TM) +23.851; 4. BORELLA Edgardo (ITA, SWM) +24.045; 5. SITNIANSKY Milan (CZE, Honda) +24.840; 6. PROMUTICO Lorenzo (ITA, Honda) +33.923; 7. LODIGIANI Riccardo (ITA, Honda) +34.650; 8. BUSSEI Giovanni (ITA, TM) +52.041; 9. GIMENEZ David (ESP, Suzuki) +55.554; 10. TSCHUPP Raul (SUI, TM) +59.505

S2 Overall Top Ten: 1. CHAREYRE Thomas (FRA, TM) Pts. 50,000 (25+25); 2. SCHMIDT Marc Reiner (GER, SWM) Pts. 40,000 (18+22); 3. MONTICELLI Diego (ITA, TM) Pts. 40,000 (20+20); 4. BORELLA Edgardo (ITA, SWM) Pts. 32,000 (14+18); 5. SITNIANSKY Milan (CZE, Honda) Pts. 32,000 (16+16); 6. BUSSEI Giovanni (ITA, TM) Pts. 28,000 (15+13); 7. PROMUTICO Lorenzo (ITA, Honda) Pts. 27,000 (12+15); 8. LODIGIANI Riccardo (ITA, Honda) Pts. 27,000 (13+14); 9. GIMENEZ David (ESP, Suzuki) Pts. 23,000 (11+12); 10. KEJMAR Pavel (CZE, TM) Pts. 22,000 (22+0)

S2 Manufacturers: TM 50 Pts; SWM 40 pts; Honda 32 pts; Suzuki 23 pts; Kawasaki 32 pts; Husqvarna 7 pts; KTM 6 pts; Vertemati 0; Yamaha 0.

S4 Race 1 top ten: 1. VANDI Kevin (ITA, Honda) 15 laps in 14:40.044; 2. SISTI Adriano (ITA, TM) +00.686; 3. CLEMENTI David (ITA, SWM) +02.665; 4. CALOROSO Kevin (ITA, TM) +03.364; 5. LOPEZ Pablo (ESP, Suzuki) +10.985; 6. TRAVERSA Matteo (ITA, Yamaha) +14.595; 7. CLIMENT Jorge (ESP, Husqvarna) +20.182; 8. MANGAS Santiago (ESP, Suzuki) +29.795; 9. PAPALINI Lorenzo (ITA, Honda) +37.788; 10. KOTKAS Kenor (EST, TM) +38.295

S4 Race 2 Top Ten: 1. VANDI Kevin (ITA, Honda) 15 laps in 14:38.328; 2. CALOROSO Kevin (ITA, TM) +00.900; 3. CLEMENTI David (ITA, SWM) +07.706; 4. FORD DUNN Antony (GBR, KTM) +12.237; 5. CLIMENT Jorge (ESP, Husqvarna) +14.506; 6. SISTI Adriano (ITA, TM) +15.159; 7. TRAVERSA Matteo (ITA, Yamaha) +20.861; 8. MANGAS Santiago (ESP, Suzuki) +27.367; 9. LOPEZ Pablo (ESP, Suzuki) +28.029; 10. PAPALINI Lorenzo (ITA, Honda) +41.204

S4 Overall Top Ten: 1. VANDI Kevin (ITA, Honda) Pts. 50,000 (25+25); 2. CALOROSO Kevin (ITA, TM) Pts. 40,000 (18+22); 3. CLEMENTI David (ITA, SWM) Pts. 40,000 (20+20); 4. SISTI Adriano (ITA, TM) Pts. 37,000 (22+15); 5. CLIMENT Jorge (ESP, Husqvarna) Pts. 30,000 (14+16); 6. TRAVERSA Matteo (ITA, Yamaha) Pts. 29,000 (15+14); 7. FORD DUNN Antony (GBR, KTM) Pts. 28,000 (10+18); 8. LOPEZ Pablo (ESP, Suzuki) Pts. 28,000 (16+12); 9. MANGAS Santiago (ESP, Suzuki) Pts. 26,000 (13+13); 10. PAPALINI Lorenzo (ITA, Honda) Pts. 23,000 (12+11)

FOTO (free by Gerwin van Rosmalen): Thomas Chareyre (#4) e Kevin Vandi (#69)

Print Friendly

Tags: , , , , , , ,

Category: Sport

I commenti sono chiusi.

banner ad